ASSOCIAZIONE VARESE EUROPEA: ECCO IL PROGETTO “SALVA UNA VITA”

La Pallacanestro Openjobmetis Varese ha aderito al progetto “Salva una vita” proposto dalla Onlus “Ama il tuo cuore” e patrocinato dall’Associazione Varese Europea e che ha come scopo quello di diffondere la conoscenza delle tecniche di intervento nel caso in cui una persona venga colpita da attacco cardiaco evitando la classica reazione da panico. Partecipando ai corsi organizzati dalla Onlus “Ama il tuo cuore” è possibile apprendere manovre di primissimo soccorso da attuare in attesa dei sanitari del pronto intervento. In queste fasi è fondamentale intervenire tempestivamente e con manovre adatte.

Il club biancorosso ha deciso così di far partecipare i propri allenatori e accompagnatori, dalla prima squadra al minibasket, ai corsi che prepareranno alle tecniche di primo soccorso anche con la pratica del massaggio cardiaco e l’uso del defibrillatore semi-automatico già presente al PalaWhirlpool.

In Italia una persona su 800 è colpita da arresto  cardiaco e la casistica rileva che l’incidenza di questi episodi supera i 50.000 casi l’anno. L’ Associazione Varese Europea ha lo scopo di migliorare la qualità di vita dei cittadini della nostra provincia consentendo loro di imparare le tecniche salva-vita per questa grave patologia.

Allo scopo Varese Europea raccoglie l’invito della Onlus di Gallarate “Ama il tuo cuore” presieduta dal cardiologo Roberto Canziani, responsabile del progetto, decidendo di finanziarlo in questa fase iniziale.

Parteciperanno ai corsi anche ai rappresentanti delle società sportive che operano nei comuni aderenti al progetto, in particolare Twirling Buguggiate, Protezione Civile Casciago, Pallavolo GS William Varese, Rugby Varese e Associazione Sportiva Stella Azzurra Pallavolo Malnate. L’obiettivo è che in futuro altri enti, privati e pubblici, decidano di interpellare l’Associazione Varese Europea per aderire al progetto “Salva una vita” così da avere un numero sempre più grande di persone in grado di soccorrere efficacemente in casi di emergenza da arresto cardiaco.