ASVEL LYON-VILLEURBANNE, ECCO GLI EURO-AVVERSARI DI VARESE

In occasione della prima giornata di FIBA Basketball Champions League, la Openjobmetis Varese ospiterà l’ASVEL Lyon-Villeurbanne.
La compagine francese, il cui presidente è Tony Parker, playmaker dei San Antonio Spurs, è la squadra più titolata di Francia: oltre ai 18 campionati nazionali conquistati (l’ultimo dei quali proprio lo scorso anno), i biancoverdi in bacheca possono vantare anche 8 Coppe di Francia, 2 Match des Champions e 1 Semaine des As. In ambito internazionale, invece, hanno raggiunto la finale della Coppa Saporta nel 1983 (vinta poi dalla Scavolini Pesaro) e le Final Four di Eurolega nel 1997.

Il roster a disposizione di coach J.D. Jackson (ex Nazionale canadese all’ASVEL dal 2014 dopo i sei anni trascorsi sulla panchina di Le Mans) è composto da giocatori fisici e talentuosi molti dei quali transitati anche in Italia; a cominciare dal playmaker Walter Hodge, visto a Cantù lo scorso anno, abile non solo a trovare in proprio la via del canestro ma anche a mettersi a disposizione dei compagni tra i quali spiccano gli ex “italiani” Nikola Dragovic (due anni ad Avellino e poi Cremona), Adrian Uter (ala/centro a Cantù nel 2013-2014) e Trenton Meacham (ex Olimpia Milano). Gli altri dardi a disposizione del coach canadese sono Darryl Watkins (pivot di 213 cm per 117 chili), Bandja Sy (ala ex Nancy), la guardia Nicolas Lang e l’immortale Michel Morandais che nel 2009-2010 fu agli ordini di coach Pillastrini proprio a Varese.

Nonostante sulla carta l’ASVEL si presenti come una delle favorite del torneo, l’inizio di stagione dei francesi non è stato dei più positivi: in campionato, infatti, i biancoverdi hanno vinto una sola partita su quattro disputate. Ciò ha portato al “taglio” di Kwame Vaughn in favore di Demarcus Nelson che, però, non potrà scendere in campo a Masnago.