IL CUORE NON BASTA. VARESE CEDE CONTRO MILANO

La Pallacanestro Openjobmetis Varese, ancora priva di Archie, lotta con il cuore ma è costretta a cedere al cospetto dell’A|X Armani Exchange Milano che espugna Masnago con il risultato di 94 a 84. Partita coraggiosa quella disputata dai ragazzi di coach Caja che dopo aver chiuso in vantaggio a metà partita sono stati colpiti dalle triple a ripetizione dei Campioni d’Italia che hanno cambiato marcia e ribadito, se mai ce ne fosse stato bisogno, la loro supremazia in Italia. Comunque tanti applausi per Ferrero e compagni, sospinti dall’inizio alla fine da una Enerxenia Arena infuocata e che ha mostrato il suo volto migliore con più di 4900 persone presenti. La Openjobmetis tornerà in campo mercoledì 17 (palla a due alle ore 19:00) sul campo di Würzburg per provare a ribaltare il -23 subìto in casa la scorsa settimana ed accaparrarsi la finale di FIBA Europe Cup.

Milano parte subito forte firmando il momentaneo 6-0 con Micov, Kuzminskas e James che costringe coach Caja a chiamare timeout. La strigliata sblocca i padroni di casa che impattano grazie a Moore e a Scrubb. L’Olimpia allora risponde con James, ma Varese tiene botta con Avramovic e poi effettua sorpasso sul 18-16 con Cain, ben servito da Moore sotto canestro. Il match è equilibrato; al 10′ gli ospiti sono avanti: 22-23.
Scrubb inaugura il secondo periodo con la tripla del +2, seguita a ruota dal “cesto” di Moore che porta la Openjobmetis sul 27-23. Tarczewski sblocca i suoi, ma Varese, spinta da una Enerxenia Arena sold out, fa la voce grossa con Iannuzzi e Moore che firmano il parziale che porta i padroni di casa sul +8 (37-29), gap che, poco dopo, Ferrero allarga sul +10 (42-32). Al 20′ è ancora Varese a sorridere: 45-37.

La Openjobmetis comincia la terza frazione di gioco con il piede sull’acceleratore portandosi sul momentaneo 52-39 con un super Avramovic. Nunnally dà la scossa ai suoi con 8 punti consecutivi che riportano Milano in scia e che obbligano coach Caja ad un nuovo timeout. La breve sosta fa bene ai varesini che si sbloccano con un 2+1 di Cain anche se nulla possono contro le triple in serie di Nedovic, Kuzminskas e, soprattutto, Nunnally che riportano i loro in avanti sul 63-69 del 30′.
L’Olimpia prova la fuga fin dall’inizio dell’ultimo quarto, ma Varese risponde per le rime con Scrubb ed Avramovic riportandosi sul -1 (73-74). Il buon momento varesino non spaventa l’A|X Armani Exchange che torna nuovamente in avanti (74-81) sfruttando l’uscita per falli di Natali e Ferrero. Con il roster ridotto all’osso, la Openjobmetis non riesce a piazzare la zampata decisiva venendo colpita a ripetizione dai ragazzi di coach Pianigiani che, al 40′, la chiudono sul definitivo 94-84.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH CAJA