LA OPENJOBMETIS CEDE CONTRO I CAMPIONI D’ITALIA DI VENEZIA

Esce sconfitta dal PALA2A al suo esordio stagionale la Openjobmetis Varese che contro i campioni d’Italia in carica della Umana Reyer Venezia cede con il risultato di 80 a 62. Dopo un quarto e mezzo giocato ad armi pari, i biancorossi hanno dovuto cedere il passo agli oro-granata che hanno trovato fortuna grazie ad una incredibile prova dalla distanza. Ferrero e compagni torneranno in campo domenica prossima (ore 20:45) quando, al Forum di Assago, saranno ospiti dell’EA7 Emporio Armani Milano.

Varese parte subito forte con Waller, Okoye e Ferrero, ma Venezia risponde per le rime grazie ai 5 punti consecutivi di Watt ed al gioco da 3 dell’ex Johnson per il momentaneo 8-8. Waller smuove la situazione dall’arco, Watt ricuce con il piazzato, ma al 10′ la tripla vincente è di Johnson per il +3 ospite: 17-20.
Hollis si sblocca ad inizio di secondo periodo con 4 punti consecutivi che riportano la Openjobmetis in avanti tra l’entusiasmo del PALA2A che viene subito smorzato dalla bomba di Bramos. Ancora un elegantissimo Hollis impatta e tiene a galla Varese che, dopo aver subito la bomba di Orelik, si desta e ribalta il risultato con i canestri del +4 (32-28) che costringono coach De Raffaele al timeout. La ramanzina sblocca i suoi che rientrano con un tremendo parziale di 16-1 firmato Haynes-Watt-Orelik che porta il risultato sul 33-44 del 20′.

Ad inaugurare la ripresa è Waller, ma la Reyer non si lascia sorprendere e continua la sua falcata a suon di triple fino al 35-54. A sbloccare i suoi è capitan Ferrero che nulla può contro l’ennesima bomba di Orelik che vale il +20 (39-59) oro-granata del 26′, gap che poco dopo Jenkins allarga ulteriormente con il tiro dall’arco del momentaneo 64-41. Pelle riesce a limare con un gioco da 3 punti, ma al 30′ il tabellone è ancora impietoso: 46-67.
La solfa non cambia negli ultimi 10′ di gioco nonostante la Openjobmetis riesca a trovare un po’ di continuità in attacco con Ferrero e Tambone. Alla sirena finale il risultato premia i campioni d’Italia: 62-80.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH CAJA