LA OPENJOBMETIS LOTTA MA ALLA FINE CEDE A SASSARI

La Openjobmetis Varese apre il campionato con una sconfitta sul campo del Banco di Sardegna Sassari arrivata con il risultato di 78 a 72. A nulla è servito un ottimo quarto periodo dei biancorossi che dopo esser finiti sul -14 hanno recuperato fino al -4 salvo poi subire il nuovo e decisivo ritorno dei padroni di casa. Cavaliero e compagni torneranno in campo domenica prossima per il match casalingo contro Caserta (ore 18:15).

Anosike inaugura il match con un possente canestro da sotto ma Sassari risponde con i 5 punti consecutivi di Johnson-Odom, annullati subito dopo da Eyenga e Melvin Johnson che firmano il momentaneo 6-5 biancorosso. Il Banco di Sardegna non si lascia intimorire e si porta sul +4 (10-6) con Lacey e Savanovic; Moretti chiama timeout ma questo non basta a spegnere la verve dei padroni di casa che colpiscono con Carter e Stipcevic per il +8 (18-10), gap che Campani riesce a limare dalla lunetta per il -6 (21-15) del 10′.
Sassari continua a martellare anche in apertura di secondo quarto e si porta sul +9 (26-17) con Olaseni e Sacchetti. La Openjobmetis risponde con Maynor che porta i varesini sul -4 (28-24) seguito subito dopo dal -2 di Eyenga su assist di un buon Anosike. I sardi non mollano e scattano ancora in avanti approfittando degli errori varesini; al 20′ il tabellone segna 38-28.

Lacey allunga per i suoi sul +12 ma Varese stavolta risponde bene con la bomba di Johnson (la prima in assoluto di tutto il match di Varese) e il canestro di Maynor che vale il momentaneo 40-33. In difesa però Varese soffre ancora e dopo una fase di equilibrio sprofonda ancora, stavolta sul -14 (61-47) del 30′.
Avramovic e Cavaliero riportano la Openjobmetis sul -9 (63-54) mentre Anosike fa -7 (66-59). Sassari sbanda e Johnson piazza la bomba del -4. Pasquini chiama all’ordine i suoi e la ramanzina sortisce gli effetti sperati: guidati da Johnson-Odom i sassaresi scappano ancora sul +13 (77-64) e alla fine la chiudono sul 78-72.

Foto Ciamillo e Castoria – Riproduzione Vietata

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH MORETTI