LA OPENJOBMETIS LOTTA MA CEDE SUL CAMPO DI AVELLINO

Sconfitta esterna per la Pallacanestro Varese che cede sul campo della Sidigas Avellino con il risultato di 65 a 61. Comunque buona la prestazione dei biancorossi che al cospetto di una delle migliori squadre del campionato sono rimasti in partita fino all’ultimo sfiorando il successo in più occasioni. I biancorossi di coach Caja torneranno in campo domenica prossima quando al PALA2A ospiteranno Sassari (palla a 2 ore 18:15).

La partenza della Openjobmetis è subito forte e passa dalle mani di Okoye, Waller e Pelle che firmano il primo break di 10 a 2. La Sidigas si sblocca con Dezmine Wells che, con la collaborazione di Leunen, lancia i suoi sul momentaneo -2 (10-12), gap che i biancorossi riescono ad allargare con Cain che, con 4 punti consecutivi, firma il +6 (10-16) del 10′.
Hollis e Natali dalla lunetta tengono a distanza Avellino ad inizio di secondo periodo. Coach Sacripanti prova a scuotere i suoi con un timeout, ma Varese torna sul parquet con una schiacciata di Pelle che lancia un mini parziale biancorosso che vale il +8 ospite (19-27). A suonare la carica per i suoi sono D’Ercole e Leunen con due bombe di fila che portano Avellino al pareggio a quota 27 perfezionato da Dezmine Wells anche se al 20′ capitan Ferrero riporta in avanti i suoi con la tripla del +3 (27-30).

Ndiaye riporta la Sidigas in avanti con 4 punti consecutivi in avvio di terzo quarto. La Openjobmetis si avvicina con la tripla di Okoye, ma Avellino tenta nuovamente la fuga con Scrubb, fattore anche in difesa, e D’Ercole che al 30′ piazza la bomba del momentaneo 47-41.
La terza tripla di D’Ercole inaugura gli ultimi 10′ del match e segna il -9 biancorosso (50-41). Avramovic e Hollis provano a ricucire firmando prima il -5 (55-50) e poi il -1 (57-56) in transizione costringendo coach Sacripanti al timeout. Dalla pausa esce bene ancora una volta Varese che ritrova il vantaggio mantenendolo con Waller che porta i suoi sul +2 (59-61). La Sidigas, però, non si perde d’animo e si porta in avanti con la tripla di Rich che, di fatto, chiude i conti.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH CAJA