VARESE SI ARRENDE ALL’OVERTIME. BRESCIA CHIUDE LA SERIE

Cala il sipario sulla stagione della Openjobmetis Varese che per la terza ed ultima volta negli ultimi cinque giorni cede al cospetto della Germani Basket Brescia con il risultato di 69 a 64. Tra le mura amiche di un PALA2A fantastico, i biancorossi si sono resi protagonisti di una partita coraggiosa che non è però bastata di fronte ad una squadra lunga ed esperta come quella bresciana. Quella dei biancorossi, che a fine partita si sono comunque presi la standing ovation dai propri tifosi, rimane comunque un’annata memorabile di cui si parlerà ancora a lungo.

Landry inaugura il match con la bomba da lontano, tamponata subito dopo da due canestri da sotto di Avramovic per il primo vantaggio di serata dei biancorossi (4-3). Il match è elettrizzante, ma pieno di errori da una parte e dall’altra; dopo due minuti di nulla, Brescia la sblocca con Sacchetti e Landry e scappa sul +8 (4-12) con la tripla di Michele Vitali al cospetto di una Openjobmetis incapace di andare a punti. A togliere le castagne dal fuoco sono Cain ed Okoye con due canestri consecutivi, anche se al 10′ la Germani è ancora in avanti: 8-14.
Moore e Tambone si annullano a suon di triple ad inizio di secondo periodo, mentre Avramovic sigla il -5 (14-19) da lontano dopo il numero di Cotton sotto canestro. L’equilibrio viene spezzato dalla bomba di Vene che vale il -2 (17-19) e che costringe coach Diana al timeout. La ramanzina non sortisce gli effetti sperati, tanto che Varese prima pareggia e poi si porta sul +3 con cinque punti di fila di Avramovic che fa saltare i 4500 di Masnago che, poco dopo, vanno in estasi con la schiacciata di Cain del +5 (26-21), gap che Michele Vitali “addolcisce” con il cesto del 26-23 di metà gara.

L’avvio del terzo quarto premia la Openjobmetis che si presenta con due triple consecutive (Avramovic e Tambone) che obbligano coach Diana ad un repentino timeout. Stavolta la strigliata produce la bomba di Moss, anche se viene presto annullata dai canestri in sequenza di Avramovic, Cain e Tambone che valgono il momentaneo +15 (41-26). La Germani barcolla e Varese ne approfitta allargando ulteriormente il divario con Vene ed Okoye (45-26). A scuotere i loro sono Moore e Cotton che approfittano di alcune distrazioni offensive dei biancorossi per portarsi sul -10 (50-40). Al 30′ è Vitali a piazzare il -7 (50-43).
A cominciare meglio stavolta sono gli ospiti che accorciano sul -3 (53-50) con Cotton. Caja chiama timeout, ma Brescia si porta sul -1 con Sacchetti. La partita diventa equilibrata ma con l’inerzia nelle mani degli ospiti che con un canestro di Ortner siglano il momentaneo +2 (58-60); la Openjobmetis traballa e non pareggia. Il cronometro passa e si ferma a 76 centesimi dalla fine. Coach Caja disegna l’azione che va a segno con il tap-in di Cain e che porta il match all’ overtime.

Dopo la schiacciata di Okoye, la Germani fa il parziale di 6 a 0 con Cotton e Michele Vitali per il momentaneo +4 (62-66). Ancora Okoye accorcia dalla lunetta, ma l’uscita per falli di Tambone e Cain limita ancor di più le rotazioni dei biancorossi che non riescono più ad andare a segno. Alla fine festeggia Brescia che chiude la serie con il definitivo 69-64.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH CAJA