LA OPENJOBMETIS SI IMPONE ALLO SCADERE CONTRO L’ASVEL

Comincia all’insegna dell’entusiasmo la stagione regolare della Openjobmetis Varese in FIBA Basketball Champions League. A Masnago contro i campioni di Francia dell’ASVEL Lyon-Villeurbanne i biancorossi si impongono per 83 a 82 e lo fanno nella maniera più bella ed intensa grazie ad una tripla di Kangur allo scadere dopo un match equilibrato e sofferto. I ragazzi di coach Moretti torneranno in campo domenica alle 18:15 contro Brindisi.

L’inizio del match premia gli ospiti che spinti dai canestri di Uter e Dragovic trovano facilmente il momentaneo 3-10 nonostante i punti dalla lunetta di un buon Eyenga. Moretti ferma il tempo e cambia volto alla Openjobmetis inserendo Pelle ed Avramovic; la mossa si rivela azzeccata grazie ai 4 punti consecutivi del playmaker serbo seguiti dalla ormai classica stoppata del centro antiguano che riportano i biancorossi a contatto (13-18). L’ASVEL prende subito le misure ai padroni di casa e chiude il primo periodo in vantaggio di 9 (16-25).
Avramovic e Cavaliero provano a ricucire lo strappo in apertura di secondo quarto. Dapprima i francesi tengono botta ma poi, colpiti a ripetizione dai canestri di Avramovic, iniziano a perdere terreno dando modo ai biancorossi di rifarsi sotto (30-32). J.D. Jackson chiama timeout, ma Varese non rallenta e anzi trova il pareggio a quota 37 grazie alla tripla di Johnson. Stavolta l’ASVEL non trema e risponde con autorità chiudendo a metà match sul 39-44.

I 4 punti consecutivi di Anosike annullano la bomba di inizio tempo di Dragovic. I biancoverdi rispondono con Sy ma Varese non si perde d’animo e con pazienza riesce a trovare il primo vantaggio di serata (54-53) con l’alley-oop disegnato da Avramovic e concluso da Eyenga tra il boato del pubblico di Masnago. L’ASVEL accusa il colpo ma i biancorossi non infieriscono e chiudono al 30′ sul +3 (61-58).
Avramovic e Cavaliero provano a dare lo strappo decisivo in apertura di quarto periodo ma stavolta gli ospiti rispondono alla grande sfruttando il buon momento di Noua che ritrova per i suoi il nuovo vantaggio sul 65-67. A togliere le castagne dal fuoco in casa Openjobmetis ci pensa Pelle che, dopo aver pareggiato, schiaccia il momentaneo +2 (69-67). La gara torna ad essere equilibrata: tra sorpassi e controsorpassi l’ultimo pallone arriva nelle mani di Kangur che a 0.77 dall’ultima sirena, non sbaglia dalla “sua” mattonella siglando il definitivo 83-82 che fa tremare di gioia Varese.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH MORETTI