MAX FERRAIUOLO FA IL PUNTO SUI LAVORI IN CASA BIANCOROSSA

Una nuova stagione è alle porte e in casa Pallacanestro Openjobmetis Varese non si vede l’ora di cominciare. “Le sensazioni all’inizio della stagione sono sempre positive. – spiega il team manager biancorosso Massimo Ferraiuolo – Quest’anno in particolare i nuovi arrivati mi sembrano tutti animati da un grandissimo entusiasmo. A cominciare dallo staff tecnico: Bruno Arrigoni garantisce tantissima esperienza nel settore, Paolo Moretti è parso fin da subito interessato a tutto ciò che ruota intorno alla Pallacanestro Varese, Stefano Vanoncini non ha certo bisogno di presentazioni, così come la “new entry” Paolo Conti che saprà mettere al servizio dello staff la sua conoscenza cestistica e la sua praticità con gli strumenti tecnologici per agevolare il lavoro con la squadra. Al loro fianco, sempre in prima linea, lo staff che non attende altro che il via. Mi sembra che anche quest’anno sia tutto allestito per far bene“.

Sulla squadra che sta nascendo Ferraiuolo continua: “Quest’anno finalmente potremo contare su uno zoccolo di italiani importante, tra giovani volenterosi di mettersi in mostra e giocatori con più esperienza, vedi Cavaliero. Tutti accomunati da contratti pluriennali con i quali si può progettare un percorso comune a lungo termine. Gli stranieri fino ad ora ingaggiati, invece, si affacciano per la prima volta in Europa o comunque nel massimo campionato italiano; si tratta di atleti che hanno dimostrato fin da subito grandissimo entusiasmo. Non aspettiamo altro che accoglierli a Varese per trasmettere loro la nostra passione“.

A proposito di passione, i tifosi hanno risposto benissimo nel corso della prima fase della campagna abbonamenti: “Quando parliamo di questa cosa mi emoziono sempre perché è incredibile l’amore che i nostri tifosi ci dimostrano ogni anno, incondizionatamente, anche dopo stagioni difficili e travagliate come le scorse. Sono loro il vero tesoro della Pallacanestro Varese, il valore da cui partire per costruire stagioni che possano essere per loro soddisfacenti“.

Ecco il video con l’intervista integrale: