OPENJOBMETIS BELLA A METÀ. AVELLINO RECUPERA E RINGRAZIA

Esce sconfitta dal parquet di Avellino la Pallacanestro Openjobmetis Varese che cede al cospetto della Sidigas con il risultato di 76 a 71. Match dai due volti quello disputato dai biancorossi, protagonisti di un primo tempo clamoroso chiuso in vantaggio di 23 lunghezze ed una seconda frazione decisamente sottotono con solo 18 punti totali segnati. Tanta amarezza dunque per Ferrero e compagni che mercoledì 13 torneranno in campo per la gara di ritorno degli ottavi di FIBA Europe Cup, quando alla Enerxenia Arena (alle ore 20:30) saranno ospiti i kosovari dello Z Mobile Prishtina.

L’inizio della Openjobmetis è ottimo, grazie ai canestri di Avramovic, Moore, Archie e Scrubb che valgono il momentaneo +8 (4-12) in favore degli ospiti e che costringono coach Vucinic al repentino timeout. Al rientro in campo, i biancorossi continuano a volare con Cain ed Archie che piazzano il +14 (5-19), gap che i padroni di casa riescono a limare al 10′: 15-27.
Salumu e Tambone inaugurano il secondo periodo con due bombe consecutive che portano nuovamente in avanti Varese; Avellino risponde con Sykes, ma ancora Tambone e Iannuzzi annullano tutto con i canestri del +20 (18-38) che fanno volare i biancorossi. La Sidigas subisce il colpo ed affonda sotto i colpi di una Openjobmetis spietata su entrambi i lati del campo e capace di chiudere al 20′ sul +23 (30-53) grazie alla tripla di Avramovic sulla sirena.

L’avvio di terzo quarto, stavolta, è di stampo irpino, grazie al parziale di 10-1 ispirato dalle triple di Harper e Silins che costringono coach Caja al timeout. La strigliata sblocca Varese con i liberi di Cain e le triple di Archie ed Avramovic, ma Sykes, Green ed Harper sono abili a ricucire il gap per i loro che si riportano sul -12 (50-62). Varese prova a riaprirla nuovamente ma senza esito; al 30′ il risultato si ferma sul 54-62.
Scrubb apre gli ultimi 10′ di gioco con un fortunoso canestro da sotto, ma Avellino risponde subito con i suoi assi portandosi sul momentaneo -5 (61-66). Il “solito” Scrubb allunga nuovamente di poco, ma con l’uscita dal campo per falli di Ferrero e Salumu, la Sidigas prima si porta sul -1 (67-68) e poi mette la freccia con Harper, che piazza la bomba del 70-69. Cain ristabilisce il vantaggio ospite, ma sulla scia dell’entusiasmo Avellino ribalta nuovamente la situazione, chiudendo la contesa sul definitivo 76 a 71.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH CAJA