OPENJOBMETIS, CONTRO BRESCIA IL CUORE NON BASTA

È una Openjobmetis generosa quella che ha ceduto sul parquet della capolista Brescia con il risultato di 73 a 67. Dopo una partita sempre in svantaggio, i biancorossi hanno approfittato del calo dei padroni di casa lanciandosi, nell’ultimo quarto, in un recupero che avrebbe avuto dell’incredibile e che si è interrotto solo all’ultima sirena che, invece, ha consegnato alla Germani la quarta vittoria in altrettante partite. I ragazzi di coach Caja torneranno in campo domenica alle ore 18:15 per il match al PALA2A contro Pistoia.

Il canestro iniziale di Hunt viene subito pareggiato da Okoye che lancia i suoi fino al primo vantaggio di serata realizzato da capitan Ferrero dall’angolo (4-5). Lo stesso Okoye firma dalla distanza anche il primo strappo biancorosso (9-13), che viene prontamente impattato dai padroni di casa che, poco dopo, allungano con Vitali e Moore che firmano il 17-13 del 10′.
Brescia inaugura il secondo periodo con un canestro di Landry, ma la Openjobmetis si sblocca con Pelle che realizza il gioco da 3 punti per il momentaneo -3 (19-16). A pareggiare i conti ci pensa Hollis poco dopo con la bomba del 21-21, anche se Brescia reagisce con Moss, Vitali, Landry e Hunt che, sfruttando un black-out offensivo degli ospiti, portano i loro sul 36-25 in un amen. Il timeout di coach Caja non scuote i suoi che anzi scivolano sotto le triple di Vitali che al 20′ fissano il punteggio sul 45-27.

Varese trova i primi punti del terzo periodo con Waller, ma i biancoblu non perdono il ritmo e dilagano sul +24 (55-31) con le soluzioni interne di Hunt. Tambone e Natali provano a dare la scossa, ma il gap, al 30′, è ancora ampio: 62-44.
Gli ultimi 10′ di gioco entrano nel vivo solo nella loro parte finale, quando la Openjobmetis inizia a trovare fortuna dalla distanza con Waller e si avvicina sul -8 (68-60). A spegnere le speranze biancorosse, però, è Michele Vitali prima e Dario Hunt dopo che fissano il punteggio finale sul 73-67.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH CAJA