OPENJOBMETIS, IL CUORE NON BASTA. BRESCIA VA SUL 2 A 0

La Openjobmetis Varese lotta con cuore e coraggio ma cede ancora una volta al cospetto della Germani Brescia che grazie al 77-75 di stasera si porta sul 2 a 0 nella serie dei quarti playoff di LBA. Match estremamente equilibrato quello andato in scena al PalaGeorge che i biancorossi hanno condotto per lunghi tratti senza mai darsi per vinti; eppure a spuntarla sono stati i padroni di casa che hanno avuto il merito di rimanere sempre attaccati ai varesini sferrando i colpi decisivi negli ultimi dieci minuti di gioco quando Varese (che nel frattempo aveva perso Vene per falli) non ha più trovato le energie per gestire il vantaggio ottenuto. Seppur flebili, non svaniscono le speranze biancorosse che tra due giorni porteranno la sfida tra le mura amiche del PALA2A (palla a due alle ore 20:45).

L’inizio di match della Openjobmetis è convincente e si traduce con un super parziale di 9 a 2 ad opera di Cain, Avramovic ed Okoye. La Germani accorcia con i liberi di Ortner, ma i biancorossi continuano nel loro magico momento e si portano sul +10 di metà quarto (4-14 con Okoye e Cain) che costringe coach Diana al timeout. Al rientro, Luca Vitali e Moss sbloccano i loro, ma Varese non si spaventa ed allunga ulteriormente sul +15 (7-22), gap che i padroni di casa limano decisamente per il 14-22 del 10′.
Sacchetti inaugura il periodo con la tripla del -5, ma la Openjobmetis si sblocca con Cain e Vene che riportano gli ospiti sul +14 (17-31) per la gioia dei cento tifosi varesini accorsi al PalaGeorge. Brescia traballa, ma non molla e risponde alla grande con quattro triple consecutive (Landry, Michele Vitali e Sacchetti) che riportano la Leonessa in scia sul -4 (33-37). Ferrero interrompe il parziale di casa, ma al 20′ le due squadre sono ancora appaiate: 37-40.

L’avvio di terzo quarto premia la Germani che pareggia con Michele Vitali. Il match diventa equilibrato, con le due squadre che spostano lo sviluppo del gioco sotto canestro premiando Ortner da una parte e Cain dall’altra. Avramovic costruisce il break di 4-0 che vale il momentaneo +5 (48-53) e che obbliga Diana al timeout; la pausa non spegna Varese che allunga nuovamente sul +8 (50-58), chiudendo al 30′ sul +7 (53-60).
Avramovic apre l’ultimo periodo con una penetrazione delle sue, ma Moss annulla tutto con la tripla dall’angolo. La Openjobmetis non si scoraggia e respira con Delas, ma ancora una volta i padroni di casa prima accorciano con Moss e Sacchetti (62-64) e poi ritrovano il vantaggio con la bomba di Luca Vitali che manda in estasi i tifosi di Montichiari. Varese risponde con Avramovic e Vene ma quando quest’ultimo esce dopo il quinto fallo i padroni di casa ne approfittano e la chiudono con Landry e con la “preghiera” di Okoye che si spegne sul ferro.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH CAJA