OTTIMA OPENJOBMETIS, MA SASSARI VINCE IN VOLATA

La Openjobmetis Varese lotta fino alla fine al PalaSerradimigni di Sassari ma cede, al termine di un match equilibrato, contro la Dinamo con il risultato di 93 a 87. Ottima la gara dei biancorossi che al cospetto della seconda forza del campionato hanno mostrato intraprendenza e coraggio tenendo viva una gara difficilissima fino alla sirena finale e sfiorando un successo che avrebbe avuto dell’incredibile. Ferrero e compagni torneranno in campo fra 7 giorni per la gara casalinga contro Trieste (palla a due alle ore 17:00).

La Openjobmetis inizia subito bene riuscendo a portarsi sul +4 (6-10) grazie ai “cesti” di Clark e Mayo. Sassari risponde con Bilan e, soprattutto, Sorokas che dopo aver impattato a quota 20, piazza la bomba del momentaneo +3 (23-20) che scatena il PalaSerradimigni. Ferrero e Peak riacciuffano il 25-25, ma al 10′ il parziale sorride ancora ai padroni di casa: 28-25.
Jakovičs accorcia in apertura di secondo periodo sul -1 (28-27), ma Pierre e Jerrells annullano tutto portando i loro sul +9 (36-27) costringendo coach Caja al timeout. Al rientro in campo, Varese si sblocca e torna in scia sul -1 (39-38) con Clark, ma Bilan è un fattore determinante per la Dinamo che si riporta in avanti con rabbia e precisione fino al 50-43 di metà gara.

Mayo inaugura il terzo quarto con il canestro del -5 (50-45), ma Pierre ribadisce subito dopo con un gioco da 3 punti che riporta Sassari a distanza di sicurezza. Spissu e Vitali allungano ulteriormente dalla distanza per il +14 (59-45), ma Varese trova nuova linfa da Tambone che, con 5 punti consecutivi, guida i biancorossi sul -7 (60-53); Sassari scatta ancora con Vitali, anche se Jakovičs, poco dopo, sigla il nuovo -4 (62-58) e rilancia ancora la Openjobmetis, brava a rimanere attaccata al match nonostante le triple a ripetizioni dei padroni di casa. La Openjobmetis arriva fino al -2 (70-68), ma al 30′ il Banco di Sardegna sorride ancora: 75-70.
L’avvio di ultimo periodo premia nettamente Varese che accorcia sul -1 (75-74) grazie alle due schiacciate consecutive di Simmons. Coach Pozzecco ferma il gioco ed i suoi si sbloccano con Bilan e Pierre, ma Varese non frena il proprio flusso e ritrova il vantaggio (79-80) con Clark e Tambone. La Dinamo pareggia a quota 85 con meno di 2′ sul cronometro e poi allunga sul +4 dalla lunetta con Gentile (89-85). Caja chiama timeout ed i biancorossi accorciano con un alley-oop sull’asse Vene-Simmons, ma un antisportivo fischiato ai danni di Vene permette a Sassari di chiudere la pratica dalla lunetta con il definitivo 93-87.

IL TABELLINOLE PAROLE DI ANDREA CONTI E DI COACH CAJA