POKERISSIMO OPENJOBMETIS. SI ARRENDE ANCHE REGGIO EMILIA

Quinto successo consecutivo (il nono in undici partite del girone di ritorno) per la Pallacanestro Openjobmetis Varese che tra le mura amiche del PALA2A si impone contro la Grissin Bon Reggio Emilia con il risultato di 80 a 73. Davanti ai quasi 5000 di Masnago (al suo massimo stagionale), i biancorossi hanno sfoderato una gara caparbia che, anche grazie ai ko di Cremona e Cantù, li catapulta in piena zona playoff. Un traguardo incredibile che capitan Ferrero e compagni proveranno a difendere con ogni loro mezzo a disposizione nel corso del prossimo match sul campo della Virtus Bologna (domenica 22 alle opre 18:30).

L’inizio di partita premia la Openjobmetis che impone il suo ritmo su entrambi i lati del campo tentando fin da subito una timida fuga (12-4 al 4′) grazie ai canestri di Vene, Avramovic ed Okoye. Coach Menetti prova a scuotere i suoi con un timeout, ma i biancorossi di coach Caja non frenano ed aumentano ulteriormente il gap con un’intensità pazzesca che li porta a chiudere il primo quarto in netto vantaggio: 28-10.
Reggio Emilia inizia il secondo periodo con il piglio giusto anche se Varese, dopo un primo sbandamento, trova subito le contromisure con Avramovic che a suon di bombe e penetrazioni tiene a debita distanza gli ospiti. La Grissin Bon risponde con un altro parziale timbrato da Cervi e White che le permette di ridurre il gap fino al 43-35 del 20′.

Cain inaugura la terza frazione di gioco con un ottimo canestro da sotto che, però, viene presto annullato dai 5 punti consecutivi messi a segno da Chris e Julian Wright che portano Reggio Emilia sul -5 (45-40). La Openjobmetis sbanda e, nonostante il solido contributo di capitan Ferrero, scivola nel risultato colpita a ripetizione dalle bombe di White che valgono il momentaneo +6 ospite (53-59). Il 2/2 dalla lunetta di Cain “addolcisce”, di poco, il gap del 30′: 55-59.
Cain, Natali e Ferrero sono gli autori del parziale di 6 a 0 che riporta in vantaggio Varese (61-59) nella bolgia di Masnago. L’entusiasmo viene spento dalla bomba di Llompart che, però, non spegne la Openjobmetis che reagisce con il “solito” Avramovic ed Okoye che fa esplodere Masnago con la bomba del nuovo vantaggio di casa (71-69 a poco più di 2′ dall’ultima sirena). Menetti chiama timeout, ma al rientro Cain inchioda la schiacciata del +4 (73-69) e Larson sfodera la tripla che chiude di fatto i conti. Al 40′ il tabellone premia i biancorossi padroni di casa: 80-73.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH CAJA