PRESENTATO IL RITIRO DI CHIAVENNA

Si è tenuta martedì 12 luglio a Chiavenna la conferenza stampa di presentazione del ritiro estivo che la Pallacanestro Openjobmetis Varese trascorrerà nella località valtellinese dal 22 al 28 agosto e che sarà arricchito dalla classica amichevole in quota che si giocherà sabato 27 agosto (oario e avversaria verranno comunicati prossimamente). Per il terzo anno consecutivo i biancorossi sfrutteranno infatti le moderne strutture dell’amena località turistica della Valchiavenna, già sede dei camp estivi della Pallacanestro Varese, per prepararsi al meglio in vista degli impegni della nuova stagione sportiva. La conferenza di 0ggi si è tenuta presso la sede della Comunità Montana della Valchiavenna alla presenza di istituzioni e organizzatori. Per la Pallacanestro Varese erano presenti il direttore generale Claudio Coldebella, l’amministratore delegato Fabrizio Fiorini e la responsabile marketing Luna Tovaglieri. Dopo il saluto di benvenuto dei padroni di casa hanno parlato i rappresentanti del club biancorosso.

Claudio Coldebella, direttore generale della Pallacanestro Openjobmetis Varese: «Raggiungendo Chiavenna in macchina è stato inevitabile pensare ai miei primi ritiri di quando ero giocatore: si tratta di una parte molto importante della stagione perché è utile per porre le basi di quel gruppo che poi scenderà in campo nel corso della stagione. Sono a Varese solo da poco, eppure i miei collaboratori mi hanno parlato molto bene di Chiavenna e sono felice che anche quest’anno potremo godere dell’ospitalità e del calore di questa cittadina di montagna le cui strutture non solo quelle sportive, sono estremamente moderne».

Fabrizio Fiorini, amministratore delegato della Pallacanestro Openjobmetis Varese: «È un grande piacere per la Pallacanestro Varese tornare a Chiavenna per il ritiro. Il fatto che quest’anno, contrariamente dagli altri anni, possiamo contare su un bel gruppo di giocatori confermati renderà ancora più semplice il relazionarsi con la cittadina. Siamo contenti perché siamo consapevoli del fatto che avremo a che fare con persone cordiali, simpatiche, genitli ed ospitali».