UMANA REYER VENEZIA-OPENJOBMETIS VARESE: 98-95

La Openjobmetis Varese sfiora il colpaccio esterno giocando una grande partita ma alla fine è costretta ad arrendersi alla Reyer Venezia per 95-98.

Con l’assenza di una pedina come Kangur nello scacchiere biancorosso, è Okoye a fare il suo esordio nello starting five. L’ala nigeriana risponde subito presente con due buone conclusioni pur faticando in difesa contro Peric, trascinatore degli orogranata nel primo quarto. Venezia, come prevedibile, prova a costruire la propria partita nel pitturato ma il primo vantaggio della gara (24-20 dopo 10’) arriva sopratutto grazie al contropiede.
Nel secondo periodo la Openjobmetis riesce a frenare le transizioni veneziane ma fatica terribilmente sulle situazioni di pick’n’roll: Ortner, Moore e il solito Peric (16pt) tengono avanti i padroni di casa. L’ingresso di Deane a causa del terzo fallo di Robinson rilancia l’azione biancorossa che trova finalmente il sorpasso. Il finale del primo tempo recita però 41-41 con i canestri siglati da Peric e Goss sul finire del periodo.
La Openjobmetis cavalca il buon momento, Rautins è infallibile da 3pt, Diawara torna ad essere un fattore in attacco e per due volte i biancorossi staccano Venezia. I lagunari si aggrappano alle giocate del solito Peric e di Viggiano (27pt) ma al 30’ sono ancora sotto, 70 a 63.
Il 5 a 0 di inizio ultimo quarto riporta la Reyer in partita (-3), Varese esaurisce il bonus falli dopo soli 4’ ma in attacco è letale. Daniel (17pt+7rimb), Rautins (21pt – 6/8 da 3) e un ottimo Okoye (14pt+9rimb) fanno il massimo vantaggio biancorosso, +10. Di fronte al tutto esaurito del Taliercio la risposta dei padroni di casa non tarda ad arrivare: difesa 3-2 per coach Recalcati che imbriglia l’attacco ospite e dardi a segno di Viggiano, Ress e del giovane Ruzzier. Venezia nuovamente avanti. Nel finale i canestri di Daniel e Robinson tengono in bilico il punteggio ma è l’ex Goss (21pt) a decidere la gara con la tripla a fil di sirena che vale la partita.