UNA BUONA VARESE CEDE NEL FINALE CONTRO PISTOIA

Il finale in volata non premia un’incerottata Openjobmetis Varese che contro la Giorgio Tesi Group Pistoia perde 67 a 65.

Le percentuali bassissime al tiro (meno del 30% per entrambe le squadre) non favoriscono lo spettacolo, Varese è però brava a sfruttare la pressione messa in difesa per portarsi subito avanti. Lo 0/6 di Davies in apertura non scoraggia i ragazzi di Moretti che con Kuksiks e un pungente Campani fanno il +10. La tripla di Filloy suona la carica per la Giorgio Tesi Group che con un altro tiro dall’arco e l’antisportivo del lettone della Openjobmetis chiude 11-15 il primo parziale. Nel secondo periodo Varese continua a difendere bene, Davies ritrova la misura del canestro e per i biancorossi è ancora doppia cifra di margine. La fuga ospite viene fermata da Czyz e Lombardi prima, e da Blackshear e Kirk poi che riportano in parità la gara. Sul finire del quarto Campani e Kuksiks spaiano il punteggio con Davies a infilare il 29-33 sulla sirena.

L’inizio del terzo quarto è tutto di marca biancorossa: gli assist di Wayns per Davies e le triple di Kuksiks e Campani lanciano Varese a +12. Kirk, Blackshear e Lombardi rintuzzano il punteggio, Campani e la difesa tattica di Moretti mantengono la Openjobmetis ancora davanti al 30’, 41-49. Sul -8, Pistoia aumenta i giri del proprio gioco e in un amen trova il sorpasso. Due giochi da tre punti e la tripla al 33’ di Filloy pongono fine alla rincorsa toscana. Con Faye gravato di quattro falli e il bonus già speso, la Openjobmetis si affida a Wayns. Il playmaker varesino trova una tripla fondamentale e due assist per Davies che mandano Varese sul +2 a 5’ dalla sirena. Nei minuti finali la Giorgio Tesi Group rimette il naso avanti (+3), Wayns risponde e si arriva punto a punto. La tripla di Filloy dall’angolo a 30” dalla sirena fa esplodere il PalaCarrara ma poi Kuksiks spegne gli entusiasmi con un tiro da 3 punti da 8 metri. Con 13” sul cronometro e dopo l’1/2 dalla lunetta di Kirk (+2 GTG), la Openjobmetis ha in mano il pallone della vittoria ma ancora una volta la sorte è avversa: Wayns in penetrazione scivola e la sua infrazione di passi chiude i giochi.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH MORETTI