UNA OPENJOBMETIS SFORTUNATA CEDE CONTRO TRENTO

Secondo ko consecutivo per la Pallacanestro Openjobmetis Varese che, sul parquet della Dolomiti Energia Trentino, e con capitan Ferrero ancora acciaccato, cede con il risultato di 82 a 74, al termine di un match estremamente equilibrato che i biancorossi hanno visto scivolare a causa di un secondo quarto povero di canestri (solo 11 i punti messi a referto a fronte dei 24 subìti). Ciò non ha impedito ai ragazzi di coach Caja di tenere la partita viva fino al 40′ anche se alla fine, ad esultare, sono stati i padroni di casa. La Openjobmetis tornerà in campo domenica 18 al PALA2A per la gara contro la Sidigas Avellino (palla a 2 alle ore 17:00).

Cain inaugura il match con 6 punti consecutivi intervallati dai liberi di Hogue per il momentaneo 6 a 2 che sorride ai biancorossi. Trento non perde tempo e comincia a recuperare trovando pareggio e successivo vantaggio con Silins, che anticipa le due bombe di fila di Okoye che tengono in avanti la Openjobmetis sul 15 a 11. Dopo il timeout di coach Buscaglia, la Dolomiti Energia prima accorcia sul -1 e poi scappa sul +2 con Franke, gap che Avramovic annulla con i 5 punti di fila che, al 10′, fissano il risultato sul 17-20.
Dopo 2′ di equilibrio, Trento si porta decisamente in avanti grazie alle triple di Franke e Silins per il temporaneo 28-23. Coach Caja chiama timeout, ma i padroni di casa vanno sul +9 (32-23) e poi dilagano toccando il +11 (37-26). Okoye suona la carica per i suoi, ma al 20′ i punti di differenza sono 10: 41-31.

In avvio di ripresa Trento è brava ad esaltarsi dalla distanza (Shields e Gomes per due volte); Varese inizialmente tiene botta con Wells ed il “solito” Okoye, ma poi scivola ancora finendo sul -16 (54-38). Avramovic sblocca i suoi che, grazie anche ad un’ottima difesa, tornano sul -9 (57-48); Buscaglia chiama timeout, ma la Openjobmetis continua a segnare con Natali e Vene accorciando ulteriormente nel risultato (57-52). Solo la magia di Shields da 8 metri interrompe il parziale dei biancorossi che, al 30′, sono ancora sotto nel risultato: 60-52.
Il gioco da 3 punti di Gomes apre gli ultimi 10′ del match, che prosegue con l’1/2 dalla lunetta di Hogue che vale il +12 trentino. Cain riduce il gap, ma la Dolomiti Energia allunga nuovamente sul +15 (71-56) prima del nuovo ritorno ospite firmato da Wells, Okoye e Vene (71-64 al 34′). Il 2+1 di Forray ristabilisce la doppia cifra di distanza, ma Cain e Vene tengono a galla i loro con i canestri del -6 (78-72). L’equilibrio è impressionante, ma alla fine sono i padroni di casa a portarla a casa grazie ai punti di Shields e Sutton, che vanificano il canestro finale di Okoye.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH CAJA