WÜRZBURG VINCE ANCORA. VARESE DICE ADDIO ALL’EUROPA

Si chiude con una sconfitta il cammino europeo della Pallacanestro Varese che cede in Germania contro il s.Oliver Würzburg con il risultato di 89 a 86. Comunque positiva la prestazione dei biancorossi che, dopo una prima parte di partita difficoltosa, hanno recuperato nel risultato sfiorando anche un successo che forse, in virtù del -23 subito sette giorni alla Enerxenia Arena, non sarebbe nemmeno bastato per raggiungere la finale di FIBA Europe Cup. Traguardo invece raggiunto dalla formazione tedesca che affronterà una tra Sassari e Unet Holon. Per i ragazzi di Coach Caja, applauditi dagli oltre cento tifosi varesini presenti alla s.Oliver Arena, tra tre giorni si prospetta il derby contro Cantù. Appuntamento al PalaDesio alle ore 19:05.

I padroni di casa iniziano il match con il piede sull’acceleratore portandosi ben presto sul +10 (14-4) sfruttando la supremazia a rimbalzo e la vena proficua nel tiro pesante. Capitan Ferrero scuote i suoi con una tripla, ma è solo un fuoco di paglia, perché i biancorossi non reggono l’urto dei tedeschi e scivolano sul -19 (30-11) del 10′.
L’avvio di seconda frazione premia gli ospiti che accorciano con Scrubb e Salumu. Troppo poco, però, per impensierire Würzburg, abile a tenere botta al rientro dei ragazzi di coach Caja che, a metà gara, inseguono sul -14 (46-32).

Varese approccia bene anche il terzo periodo riuscendo ad accorciare ulteriormente sul -10 (55-45) del 25′. La risposta dei padroni di casa non tarda ad arrivare e passa dal tiro pesante dei ragazzi di coach Wucherer che, al 30′, si riportano sul 75-59.
I biancorossi, complice anche un naturale calo fisiologico di Würzburg, iniziano molto bene gli ultimi 10′ del match con un parziale di 12 a 0 che vale il momentaneo 75-71. I tedeschi si sbloccano con Obiesie, ma i biancorossi trovano perfino pareggio (80-80) e poi sorpasso sull’82-83; nemmeno questo spaventa Hulls e compagni che chiudono il match sull’89 a 86.

IL TABELLINOLE PAROLE DI COACH CAJA